Quattro finocchi. Sei euro

Quattro finocchi sei euro.

Biologici però.

Io odio il biologico.

Da adesso.

Finocchio, cosa hai che non conosco?

Il finocchio, che è quell’ortaggio che bisogna insaporire con altri 15 ingredienti per essere commestibile.

Il finocchio is the new caviale.

Dove ho comprato i finocchi, era in vendita anche il radicchio, ma non avevo il bancomat.

Da grande voglio fare lo spacciatore di finocchi.

Con un prezzo così, bisogna dare un nome agli ortaggi: come gli alberi a Milano. Quello nella mia strada si chiama Vito.

Al terzo finocchio che affettavo, le mie ginocchia hanno ceduto: ne è rimasto uno solo.

Stasera per cena zuppa di finocchi: è giorno di tredicesima.

Vengono dalla Puglia: a Milano ci sono arrivati in Rolls, risalendo Portofino.

Ho chiesto una ricetta al fruttivendolo, e i suoi occhi si sono tramutati nelle stelline della slot machine. Al posto delle stelline, però, c’erano i finocchi.

Finocchio smette di essere il dispregiativo per omosessuali: d’ora in poi verranno chiamati cardi gobbi.

La tisana col finocchio è depurativa. A forza di invettive.

Ho chiamato mia sorella e le ho raccontato dei finocchi. Sono biologici, ho aggiunto. Mmmm, mi ha risposto lei, io qui li pago 50ct l’uno e sono buoni. Ma sicuramente i tuoi hanno altre proprietà. Per sei euro mi fanno la manicure.

Con il mio acquisto ho dato una mano alla lotta contro le polveri sottili di Milano. Ah, no, nemmeno quello.

Con sei euro avrei comprato: un cespo di scarola, un pacco di pasta, un po’ di olive, dell’aglio. E invece ho voluto fare la pauperista.

In ogni caso, li ho mangiati al forno, con lime, acciughe, olive taggiasche, zenzero, pepe, soia.  E tofu. Biologico. Perché sono recidiva.

Biologico dei miei finocchi, tiè

Iscriviti alla mia newsletter

Vuoi ricevere anche gli articoli del blog?

Ci sono 27 commenti

  1. A Milano c’é anche il consorzio agrario di via ripamonti aperto il sabato mattina con produttori della zona.
    A Basilea ho visto cime di rapa a 15 CHF al kg!!! E sono ancora sotto shock… Vabbé che non erano lokal!

    1. Ciao Fra, siamo stati al Consorzio Agrario, ma non abbiamo trovato molta scelta… Ok, io ho visto ciliegie a 17€ al chilo. A Bologna!

  2. mi perdonerai se rido ancora? perà mi sento vessata come te. come voi. con la differenza che la forza di dire no grazie io di solito ce l’ho. al bar, dopo aver bevuto due tè e una fetta di strudel, 11 euro ho tossito forte, sgranato gli occhi, pagato. avevo già consumato. (la vendetta non ancora)

  3. Ah i finocchi :la più grande causa di discussione tra me e mio marito perchè come li faceva sua mamma …peccato che fossero i finocchi dell’orto della mamma ,o forse era la padella che usava o il Kilo di parmigiano sotto cui erano seppelliti, peccato che fosse un secolo fa e che i sapori dell’infanzia non sono mai riproducibili…compreso quello dei finocchi stufati . Dal momento che stufano anche me io non ci provo più a cuocerli , li trovo buonissimi e tutta la famiglia approva, affettati con la mandolina e conditi semplicemente con olio extravergine e sale, variante rapida del tradizionale,qui nella Langa è un classico, “bagnare nell’olio” (=pinzimonio ) di finocchi, sedani peperoni ,rapanelli …

    Auguri di buon anno nuovo a tutti…compresi i vostri gatti (da parte dei miei 5 gatti, uno per ogni membro della famiglia)
    Marilisa

    1. In Langa siete avanti, io ci metterei anche un paio di acciughe :)
      Tanti auguri anche a voi e che invidia per i cinque gattoni!

  4. sono produttore di finocchio in puglia e non riusciamo a vendere questo prodotto
    neanche a 10 centesimi al kl .
    la globalizzazione ci ammazza molto piu velocemente di quello che pensiamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
Tutti i campi sono obbligatori.